Parrocchia Santi Pietro e Paolo di Trieste

Egli aveva proposto varie iniziative nuove per la nostra realtà, una delle quali, le Cellule Parrocchiali di Evangelizzazione, aveva entusiasmato una parte della nostra comunità e cominciava a muovere i primi passi nella parrocchia.Quando cominci ad impegnarti sul serio nell’evangelizzazione, come in ogni altro servizio che il Signore Gesù ti chiede, senti che non puoi trovare da solo la forza per compierlo, senti che hai bisogno di passare più tempo con il Signore per attingere da Lui tutto l’amore, la dedizione, la perseveranza di cui hai bisogno.Don Fabio iniziò così a proporre alla comunità dei momenti di Adorazione la domenica pomeriggio. Fu durante uno di questi che personalmente ebbi la mia prima esperienza di adorazione di preghie davanti ai Santissimo e percepii chiaramente la presenza piena di Amore e di misericordia del Signore, che era lì anche per me.Troppe volte, durante le Sante Messe, alle quali ho sempre partecipato con devozione e impegno, avevo accolto con superficialità la presenza del Signore nella Santa Eucaristia. Troppe volte, ora me ne rendevo conto, il mio cuore era rimasto quasi insensibile all’immenso dono di Amore che Gesù continuamente riversa su me e su tutti attraverso l’Eucarestia.Ricordo che quelle due ore di Adorazione la domenica pomeriggio hanno significato molto per me e mi hanno aiutato a crescere nella mia fede.Fortunatamente don Fabio nutriva già da tempo nel cuore un desiderio più grande. Il nostro parroco era a conoscenza dell’esistenza in alcune parrocchie del Veneto di Cappelline di Adorazione Perpetua e le aveva già visitate personalmente. Egli rimase molto colpito da questa bellissima forma di preghiera che sale incessante e continua al Signore ad ogni ora del giorno e della notte come anche rimase colpito dalla testimonianza gioiosa di queste comunità che già vivevano l’Adorazione Perpetua. Inoltre nel cuore di don Fabio la sensibilità e l’amore per la Santa Eucaristia erano cresciute alla scuola del nostro amatissimo Giovanni Paolo Il, allora Papa, che sempre nelle sue omelie e nei suoi discorsi promuoveva ed auspicava il diffondersi dell’Adorazione Perpetua in ogni comunità cristiana del mondo.Giovanni Paolo TI avrebbe anche dedicato l’anno 2005 all’Eucarestia.Tutto ciò fece crescere nel nostro parroco il desiderio di impegnarsi perché anche nella  nostra parrocchia potesse realizzarsi l’Adorazione perpetua.Egli si mise perciò in contatto con un sacerdote “esperto” di Roma, don Alberto Pacini e lo invitò nella nostra parrocchia perché parlasse al Consiglio Pastorale e agli altri sacerdoti dei Decanato della fattibilità di questa iniziativa e dei vari mezzi necessari per attuarla. Era il 6 dicembre 2004.Nonostante le remore di alcuni e i problemi oggettivi che si presentavano (fra questi per esempio la vera e propria ostilità di alcuni parrocchiani e le condizioni fatiscenti della Cappellina, che ormai era in disuso da vari anni e aveva bisogno di seri interventi di ristrutturazione) nonostante questi problemi don Fabio sentiva che doveva perseverare e ricorda sempre che in quel periodo fu una Parola del Signore a dargli forza e a sostenerlo “ Tuttò ciò che vuole il Signore lo compie nel mare, nei cieli, in terra e in tutti gli abissi “. Questa Parola del salmo lo rassicurò sul fatto che, se il Signore lo voleva, l’Adorazione Perpetua si sarebbe realizzata nella nostra parrocchia nonostante le difficoltà.Don Fabio chiese ad alcuni di noi, che condividevamo questo desiderio, di pregare con perseveranza il Signore. A tal proposito ho un bellissimo ricordo di una sera in cui ci trovammo a pregare proprio nella Cappellina, allora ancora tutta sporca e fatiscente.. .pregammo tenendoci per mano e chiedemmo con fede al Signore di benedire questa opera straordinaria e di aiutarci a realizzarla, se era la sua volontà.

Così ci mettemmo in contatto con la Congregazione di Nostra Signora del Santissimo Sacramento , che ha proprio questo carisma, di far sorgere nel mondo Cappelle di Adorazione Perpetua. I primi di febbraio dell’anno 2005 venne nella nostra parrocchia Padre Husto lo Feudo, che stette con noi più di tre mesi, accompagnandoci passo passo sia dal punto di vista organizzativo, sia dal punto di vista spirituale, facendoci proprio innamorare di - questa forma di contern e di preghiera aFSàriti Sacramento. Finalmente, per grazia di Dio, il 28 maggio 2005, vigilia del Corpus Domini, abbiamo inaugurato la nostra Cappellina di Adorazione.Oggi sono che l’Adorazione Perpetua continua incessantemente, giorno e notte, nella nostra parrocchia.Lodiamo il Signore e lo benediciamo perché è Lui che ha realizzato questa opera e continua a portarla avanti, nonostante le difficoltà che sempre si presentano.Oggi abbiamo circa 300 persone che si alternano giorno e notte in Cappellina, altre fanno parte di quella che noi chiamiamo “Lista d’oro” e si rendono disponibili a coprire ore scoperte. Di queste persone alcune provengono dalla nostra parrocchia, altre dal resto della città e anche dalla provincia di Trieste.Sono tutte persone innamorate del Santissimo Sacramento, che con la loro dedizione permettono che la Cappellina sia sempre aperta e che chiunque lo voglia possa sostare alla presenza dei Signore in qualunque momento. La presenza del Signore nel Santissimo Sacramento è una fonte inesauribile di gioia, di pace, di consolazione, di pienezza di vita, di grazie e benedizioni che ognuno di noi sperimenta quando sosta ai suoi piedi. E questo fiume inesauribile di grazie si riversa continuamente su di noi, sulle nostre famiglie, sulle persone che ci stanno a cuore, sulla città intera, in maniera misteriosa ma certa e spesso il Signore ci fa gustare i frutti di questa sua opera d’amore. Quando faccio compagnia al Signore nella mia ora di Adorazione, sia che ascolti la sua Parola, sia che vegli pregando semplicemente accanto a Lui o mi addormenti, come i discepoli nell’orto del Getsemani, so che il Signore riversa nel mio cuore arido e vuoto di amore tutto il suo Amore pieno di misericordia e so che lì, nelle sue braccia, tutto ciò che vivrò ha un senso profondo ed un fine di bene.

Testimonianze dall'Italia e dal Mondo  leggi ...

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di pi o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la privacy policy.

  Accetto cookies da questo sito.
Modulo Cookies